Categoria: whiteside-Racconti

E morirono tutti felici e contenti

Quello che Massimo Avenali, giornalista e fotoreporter, ha fatto in E morirono tutti felici e contenti è curare la raccolta di alcune tra le fiabe più celebri e renderle “non più fiabe”. Tutte le...

SP233 – Ultima parte

… segue … clicca e leggi la prima parte … Non sono un tipo da gare per strada, tanto meno con gli sconosciuti. Accelero un po’ per vedere che fa… accelera anche lui ed...

SP233 – Prima parte

Godo del sottile perverso piacere di questa vendetta postuma, consumata inaspettatamente, in piena notte. Mi sembra di riuscire quasi ad udire l’impercettibile stillicidio dei microscopici schianti. Decine di zanzare stanno andando a spiaccicarsi sul...

L’uomo che si comprò il Paradiso

Era un tipo eccezionale, alcuni lo amavano, altri lo temevano, ma tutti, amici e nemici, avevano un grande rispetto per lui, e penso che la sua vita abbia influito su quella di molti, sulla...

L’azzurro nella pancia

Per ore e ore se ne stava davanti al mare, un foglio bianco e una matita in mano, a volte un libro, e il suo sguardo era oltre l’orizzonte, ne vedeva la linea e...

Di domenica

Mamma, ma io sono piccolo o grande? Qualcosa mi fa il solletico a partire dall’ascella, e scivola sempre più giù, lungo il fianco sinistro. E’ la goccia di sudore isterica, vecchia compagna di nevrosi,...

I perchè di Anna

Anna vive in un paese del circondario di una metropoli… Vive il travaglio dell’esistenza. Le giornate si consumano in lacunose solitudini. La spasmodica creatività di una frizzante fantasia la salva dall’abbrutimento. Scrive racconti, poesie,...

Erotic collection

E io me lo ero sempre chiesto come fossero per davvero le nostre nonne sotto a tutti quei vestiti che portavano, e qualche cartolina erotica l’avevo anche vista, ma niente di speciale, e invece...

L’uomo che scriveva nel vento

Aveva sempre un cappello in testa, i pantaloni sciupati, le scarpe un poco sporche, sembrava uno come tanti, invece lui era l’uomo che scriveva nel vento, e io ero la sua ragazza, da quando...

Alchimia

Inauguriamo con questo racconto di Abramo Vane la rubrica dei racconti. E le cellule si chiamavano, i pori della pelle si chiamavano, e l’alchimia dei corpi operava in loro, e così lui non era...