La pazienza del diavolo in origine doveva essere una storia per il cinema. Intervista a Roberto Cimpanelli