Taggato: noir

Brava ragazza cattiva ragazza- Michael Robotham

Lo psicologo Cyrus Haven ha alle spalle una storia familiare sconvolgente: il fratello Elias ha ucciso il padre, la madre e le due sorelline gemelle. Cyrus si è salvato casualmente, è riuscito in qualche...

Don Winslow: il 26 aprile sarà in libreria Città in fiamme.

CITTÀ IN FIAMME:  IL PRIMO ROMANZO DI UNA NUOVA, EPICA TRILOGIA FIRMATA DAL MAESTRO DEL CRIME A CUI SEGUIRANNO CITTÀ DI SOGNI E CITTÀ IN CENERE  Due imperi criminali si spartiscono il controllo del New England. Finché una bellissima Elena...

Una piccola questione di cuore – Alessandro Robecchi

Alessandro Robecchi era atteso al varco, dopo la fiction tv “Monterossi” che tanti consensi ha ottenuto, ma che ha fatto anche storcere il naso a qualche suo affezionato lettore. Riuscirà a non far scivolare...

La quiche letale – Agatha Raisin

Agatha Raisin è l’azzecatissima protagonista della saga thriller, nata dalla sagace penna di Marion Chesney, scrittrice britannica di moltissimi romanzi, sia rosa che gialli, ma anche storici di epoca Edoardiana, deceduta purtroppo nel 2019....

Questioni di sangue – Anna Vera Viva

Questioni di sangue. Un’indagine nel cuore segreto di Napoli Quando un delitto interseca luoghi a cui si è legati per motivi di sangue, il richiamo è inevitabile. Sebbene i due protagonisti di questo romanzo...

Giovani ragazze scomparse – Alex Smith

Nella cittadina di Norwich a nord est di Londra tre ragazzine scompaiono nel nulla. Tutte e tre consegnavano i giornali per guadagnarsi qualche soldo e aiutare le loro famiglie, non proprio senza problemi.  La...

Il seme del terrore – James Patterson & Maxime Paetro

San Francisco si appresta a festeggiare il Natale, ma la città illuminata a festa con il consueto e frenetico viavai per gli acquisti prenatalizi è minacciata dalla notizia di un imminente attacco terroristico ordito...

La stagione del pipistrello – Loriano Macchiavelli

La stagione del pipistrello di Machiavelli per Milanonera “Non so spiegarvi perché dovreste leggere questo romanzo. So perché l’ho scritto.” E ancora: “L’atto più rivoluzionario che si può fare è lasciare. Ho iniziato a...