Un romanzo si completa solo con l’esperienza del lettore. Intervista a Roberto Carboni