Hotel Bosforo



aykol esmahan
Hotel Bosforo
sellerio
Compralo su Compralo su Amazon

Non amo particolarmente i gialli, ma grazie al Salone del Libro di Torino e ad alcuni suoi ospiti che li scrivono, sono riuscita ad addentrarmi un poco in questo genere.

Ho rotto il ghiaccio con Hotel Bosforo di Esmahan Aykol, edito da Sellerio e tradotto da Emanuela Cervini. Come si fa a recensire un giallo senza svelare troppo, dove i dettagli sono importanti, senza per questo non far intendere il coinvolgimento che si prova nella lettura?

Innanzitutto Kati Hirschel, una tedesca-turca, non una detective, non collabora con la polizia, una libraia specializzata in gialli, che sono la sua passione, vive ad Istanbul, fatta di kebab e sale da t, e la citt distante dalla retorica fatta di esotismi; Istanbul, per Aykol una citt rumorosa, fatta di ponti, una porta fra occidente e oriente, locali notturni e soffocata dal caldo pomeridiano.Un giorno bussa alla sua porta, o meglio, le telefona, una sua vecchia amica, Petra, ora attrice rinomata, per farle sapere che sar ad Istanbul per girare il suo ultimo film e con lei arriver non solo il cast del film ma anche un omicidio. All’ Hotel Bosforo, dove risiede la troupe, il regista viene assassinato, mentre si rilassava in acqua, con un asciugacapelli gettato nella vasca da bagno. Quale occasione pi ghiotta per Kati Hirschel: un omicidio che vede coinvolta Petra, quale principale indiziata, sulla quale pendono misteriose rivelazioni compromettenti, come non mettere alla prova tutto il suo background di giallista, per risolvere il delitto, un po’ per amicizia, un po’ per una irrefrenabile curiosit?

Kati Hirschel per una donna un po’ goffa, ironica, che incappa in una storia d’amore proprio mentre segue le orme dell’assassino, mentre cerca di carpire indizi, cerca di staccarsi dalla propria routine. Ed eccola passare le sue serate in compagnia di ogni svariata moltitudine umana, dove ogni personaggio pensato e descritto secondo un ottimo obiettivo; Kati Hirschel vuole risolvere questo caso ad ogni costo e non saranno minacciosi ricchi produttori, la polizia, giornalisti o i suoi conoscenti a farla desistere.

Hotel Bosforo non lascia intendere il suo finale, come il tortuoso vicolo che percorriamo a Istanbul, nel duplice fascino fra Est e Ovest, per ritrovarci, poi, in mare aperto.

paola zoppi

Potrebbero interessarti anche...