La variante di LŁneburg



Paolo Mauresing
La variante di LŁneburg
Superpocket
Compralo su Compralo su Amazon

Mi piace giocare a scacchi, anche se alla fin fine non sono un assiduo e tanto meno bravo giocatore. Per lo piý il gioco mi affascina, perchť racchiude una serie di regole complesse, ma facilmente memorizzabili, rappresenta una battaglia dove la strategia Ť sempre fondamentale per raggiungere la vittoria, dove un errore puÚ costare la partita e un’intuizione puÚ generare una trappola per l’avversario.
E il fascino degli scacchi mi ha portato a leggere questo libro, peraltro molto famoso.
Ammetto che la lettura Ť stata piacevole anche se particolare. Lo stile di Maurensig ricorda i classici di fine ottocento, quasi non sembra di leggere un libro di un autore contemporaneo. E di certo questa impostazione giova al romanzo, creando una sorta di ďscenografia mentaleĒ nel lettore, favorendo l’immedesimazione.
Si parte con la morte di un ricco e anziano signore e pian piano l’autore torna indietro nel raccontare dapprima l’incontro del defunto con colui che lo porterŗ alla morte e infine alla spiegazione del mistero.
A mio avviso l’inizio Ť abbastanza lento e certo non appassionante, ma la conclusione Ť degna dei migliori romanzi che hanno trattato la crudezza dell’eccidio dei campi di concentramento tedeschi.
E poi ci sono gli scacchi, l’ossessione dei protagonisti per questo gioco che porta a dimenticare qualsiasi aspetto ludico degli stessi, concentrandosi sulla sola sfida contro l’avversario e contro la vita.
Una buona lettura, anche se non sono molto convinto di alcune scelte tecniche dell’autore (prima fra tutte: come fa il narratore a narrare avvenimenti ai quali di certo non ha assistito?).

per gentile concessione di OperaNarrativa

Potrebbero interessarti anche...