Milano nera ma non solo inchiostro

Le vie del giallo sono infinite come l’esistenza. Lo sapeva bene Giorgio Scerbanenco, lo scrittore milanese padre dell’investigatore Duca Lamberti, che nel suo racconto autobiografico Viaggio in una vita, sosteneva che la vita un pozzo delle meraviglie. C’ dentro di tutto, stracci, brillanti e coltellate alla gola.
La giornalista Arianna Cameli ha dedicato sul numero di aprile del mensile Letture, nella sezione Il covo dei blogger, un pezzo a MilanoNera corredato da un’intervista al sottoscritto (andata in onda anche su Radio Citt del Capo e disponibile in podcast qui). In edicola o gratis sul web a questo indirizzo.

paolo roversi

Potrebbero interessarti anche...