Un assassino qualunque



silvis
Un assassino qualunque
fazi
Compralo su Compralo su Amazon

Certi argomenti fanno paura. Molta; anche solo a parlarne. Vorremo scacciarli, allontanarli, non pensarci. Poi la televisione torna a trovarci prepotente raccontandoci la storia di una bambina rapita, segregata per otto anni. Non ci possono essere persone cosě, ci diciamo. E invece ce ne sono. E molte stando alle cifre che l’autore di Un assassino qualunque puntualmente ci fornisce. L’uomo qualunque puň essere l’uomo nero, quello di cui aver paura. Come quell’ingegnere austriaco quarantenne che segregava nella sua villetta una bambina da otto anni…
La cronaca di questi giorni, naturalmente, č solo lo spunto per parlare di un argomento purtroppo attualissimo che Silvis affronta lucidamente, con scrittura efficace, senza fronzoli: la pedofilia.
Libri come questo sono inquietati da leggere, mettono i brividi. A volte ti verrebbe da chiuderlo. Non perché sia scritto male; semmai per l’esatto contrario. Piernicola Silvis, di professione poliziotto, scrive talmente bene da farti dimenticare che stai leggendo un libro: sei nel cuore dell’azione e quello che ti trovi davanti č il Ratto, il cattivo, il pedofilo protagonista del romanzo nella cui mente l’autore ci proietta con perizia.
Un libro che č un pugno nello stomaco ma che, se amate i noir duri e spietati, non puň mancare nella vostra biblioteca. (paolo roversi)

Piernicola Silvis – Un assassino qualunque – Fazi GIUDIZIO : duepistole

Potrebbero interessarti anche...